Hai bisogno di aiuto? Contattaci al Numero Verde 800.19.89.39 è gratuito

Mangiare per combattere la stanchezza

La stanchezza non è una malattia ma un sintomo.

La stanchezza è uno stato di debolezza che impedisce di affrontare sforzi
fisici e psicologici che in uno stato di salute normale risultano facili e veloci
da affrontare. Le forze vitali sono deboli e i sintomi sono fatica, perdita di
energia, debolezza, apatia, sfinimento, prostrazione, depressione e a volte
persino insonnia.

Esistono due tipi di stanchezza, quella acuta e quella cronica.
Una stanchezza ‘’normale’’ di solito è il risultato di stress fisico o emotivo
prolungato nel tempo che provoca perdite di potassio e magnesio
provocando seri danni ai muscoli e al cuore.

Una dieta equilibrata è di fondamentale importanza.

Altrettanto importanti sono l’ attività fisica, gli interessi intellettuali e un adeguato riposo.

Le verdure cotte e crude, in una dieta equilibrata sono di estrema
importanza, esse devono raggiungere la quantità di almeno un quarto
rispetto agli altri alimenti nella dose giornaliera;comprendono radici,
verdure a foglie verdi e le alghe che sono tra gli alimenti più ricchi di
minerali. Per quanto riguarda pomodori, patate, peperoni, melanzane, è
consigliabile consumarli in pasti separati dai prodotti lattei poichè
interferiscono con la capacità di assorbimento del calcio.

Frutta, frutta secca, noci, mandorle, latticini e carne dovrebbero costituire il
dieci per cento degli alimenti giornalieri.

Una delle più frequenti cause di debolezza dipende dall’aumento di acidità
nel tessuto muscolare, i muscoli riescono a dare il meglio di sè solo in
presenza di un tasso di acidità molto basso, che arriva a rasentare persino
lo zero.

L’acidità riduce la capacità di contrazione delle fibre muscolari riducendo
così la resistenza del muscolo agli sforzi.

I minerali aiutano a mantenere l’equilibrio acido-alcalino.
Se questo equilibrio è disturbato, il metabolismo cellulare ne soffre tanto da
costringere il fisico alla condizione di sfinimento e stanchezza.
A questo punto è indispensabile assumere cibi a base alcalina ricchi di
minerali.

Il succo d’orzo è la miglior bevanda capace di riequilibrare l’equilibrio acido-
alcalino grazie alla sua elevata alcalinità.

La principale causa di stanchezza cronica dei nostri tempi è quello stato di
tensione che viene comunemente chiamato stress.
Il termine stress viene dalla parola latina “stringere’’. E’ questa la reazione
naturale di tensione muscolare e di estrema attenzione in cui si mette
automaticamente il fisico quando dobbiamo affrontare situazioni pericolose.
Al nostro fisico piacciono le abitudini e ogni cambiamento lo sottopone a uno
stato di stress, per questa ragione ogni decisione deve essere presa
concedendo alla mente e al corpo di abituarsi gradualmente a tutto ciò che
è nuovo.

Le cause quotidiane sono quelle che tutti noi conosciamo bene: pressioni nel
posto di lavoro, esami che non finiscono mai, relazioni sentimentali,
solitudine, superaffollamento, il traffico sulle strade ecc.
Tutti problemi, questi, che non hanno un termine o una soluzione se non ci
si può permettere di andare a vivere in campagna o in un piccolo centro,
dove, anche se troveremo sempre qualche occasione di stress, perlomeno
sarà meno frequente o intensa.

I primi sintomi di un prossimo deperimento vengono intercettati
dall’apparato digestivo, si presentano sotto forma di colite, stitichezza,
mancanza di appetito, insonnia o agitazione.
Giramenti e dolori di testa e pressione alta sono altri campanelli di allarme.
Il sistema immunitario si debilita e lo stadio più pericoloso è infine lo
sfinimento con la perdita completa di energia.

Una dieta appropriata e’ di vitale importanza perchè la fuga di minerali,
soprattutto di magnesio può avere effetti letali indebolendo non solo i
muscoli esterni, ma anche il cuore.
Essendo lo stress ormai un fattore quasi inevitabile nella nostra vita
quotidiana, dobbiamo adattarci a trovare un modo di convivere esponendoci
agguerriti al pericolo che presenta.

Il sistema nervoso centrale e’ profondamente influenzato dalla dieta
alimentare.
Anche i tanto denigrati grassi sono indispensabili come apportatori di acidi
grassi e alcuni aminoacidi essenziali che servono a un normale sviluppo dei
nervi; i minerali provvedono alla trasmissione nervosa. Una deficienza di
questi elementi causa un mal funzionamento del sistema nervoso.
Anche le vitamine del complesso B sono importantissime perchè il sistema
nervoso si mantenga efficiente.

Un’altra regola da seguire è quella di fare molta attenzione a come ci si
comporta a tavola.
Dobbiamo cercare di non mangiare mai di fretta .I cibi troppo caldi o troppo
freddi sono da scartare ed è importantissimo non eccedere nelle quantità.
La digestione inizia durante la masticazione che deve essere lenta, ogni
boccone dovrebbe essere masticato almeno cinquanta volte, altrimenti lo
stomaco dovrà lavorare più faticosamente a scapito delle nostre energie.

I cibi troppo caldi diluiscono troppo i succhi gastrici, indebolendo lo stomaco
e causando un eccesso di acidità, rovinano i denti e infiammano i nervi della
faringe; quelli troppo freddi invece rendono inattivi i succhi gastrici.
Dato che tutti i disturbi e le malattie si sviluppano e trovano terreno
favorevole nel nostro modo di vivere dobbiamo fare attenzione a ogni
piccolo campanello di allarme e comportarci adeguatamente alle esigenze
richieste dal nostro corpo che e’ anche il portavoce della nostra mente.

Per guarire è necessario cambiare, fare resistenza ai cambiamenti è un
atteggiamento che va contro natura, in natura tutto cambia e si modifica
continuamente; ci si deve esercitare piano piano iniziando con modifiche
d’atteggiamento e di abitudini minori, come per esempio cambiando
strada ogni giorno per recarci al lavoro o in un luogo dove andiamo
spesso, cambiando il tipo di colazione ogni mattina, e via dicendo.

Prima di buttarci in cambiamenti di vita ‘’maggiori’’ ci si deve esercitare piano
piano con i ‘’minori’’. Infatti se cambiano le cose piccole iniziano per
inerzia a cambiare anche quelle grandi.

 

Dott.ssa Viviana Meli

Biologa Nutrizionista

 

PRENOTA ORA

 

 

Author Info

Dottore iscritto a miAgenda

Non ci sono commenti

Posta un commento